Acciaio amorfo

Recenti studi di metallurgia hanno condotto alla realizzazione del primo campione di acciaio amorfo. A differenza dell’acciaio comune, che presenta una struttura cristallina ordinata, l’acciaio amorfo ha una struttura vetrosa, in cui le molecole non si dispongono in modo geometricamente ordinato, ma casuale.

In genere un solido presenta una tessitura amorfa se il processo di solidificazione che l’ha prodotto avviene velocemente, senza dare alle molecole il tempo di organizzarsi in un cristallo ordinato. L’acciaio amorfo è stato ottenuto appunto in questo modo: garantendo la rapidità del processo di solidificazione; un’aggiunta di ittrio alla lega si è rivelata utile per ottenere il risultato. L’importanza della scoperta sta nel fatto che, nella forma amorfa, l’acciaio assume una durezza e una resistenza quasi doppie rispetto al normale.

I cookies ci aiutano a offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookies.